Chi vincerà il campionato di Serie A?

Siamo ancora alla 12' giornata di campionato in serie A e, seppur con tante partite ancora da disputare, sembra iniziare a delinearsi una lista delle squadre che potranno contendersi il titolo di campione d'Italia per la stagione 2016/2017, anche se è comunque ancora difficile fare pronostici sul campionato italiano.

Favorita in questo momento sembra essere la Juventus che, dopo il sontuoso mercato estivo che ha permsso di accasarsi in bianconero gente le calibro di Higuain e Pjanic, aveva messo alle spalle nei pronostici iniziali tutte le altre squadre di serie A. I risultati però seppur positivi per i bianconeri, non hanno evidenziato quella superiorità che tutti si aspettavano, condita oltretutto da un paio di scivoloni nelle partite contro Inter e Milan che hanno messo a nudo tutte le difficoltà che una corazzata come quella Juventina, costruita per vincere, non dovrebbe mostrare.

Dietro la Juventus, sia per posizione in classifica che per valore dimostrato in campo, c'è la Roma di mister Spalletti. I giallorossi nonostante la perdita del loro giocatore più tecnico a centrocampo, quel Pjanic passato proprio alla Juve, si sono ritrovati in casa un Dzeko tornato ai fasti del Manchester City, con una media realizzativa altissima (lo scorso anno era stato la brutta copia dell'attaccante che mezza Europa voleva) che, unita alla qualità di Perotti e alla velocità di Salah, hanno permesso alla squadra capitolina di diventare una delle squadre favorite per la rincorsa al titolo in serie A. Lo scontro diretto in programma nelle prossime giornate proprio contro la Juventus potrà dare ulteriori conferme all'ambiente romano.

Tra le papabili vincitrici dello scudetto fino a qualche giornata fa c'era anche in Napoli che, dopo un inizio fantastico, ha pian piano iniziato a perdere punti dalla capolista, finanche ad essere sconfitto proprio nello scontro diretto con la Juventus (oltretutto con gol dell'ex di Higuain). Tra le cause dell'attuale debacle dei partenopei c'è, oltre al fattore del calo fisico e mentale, dovuto dalle tante partite che vengono disputate, anche quello psicologico che ha colpito la squadra dopo l'infortunio del bomber MIlik (starà fuori fino a Marzo) vero e proprio trascinatore dei biancoazzurri finchè è stato possibile utilizzarlo.

Oltre alle squadre sopracitate un pensiero va all'Inter che ad inizio stagione, dopo il mercato importante che aveva portato alla Pinetina i vari Candreva, Banega, Joao Mario ecc ecc sarebbe dovuta essere una delle maggiori candidate a vincere il campionato di serie A, ma le difficoltà iniziali hanno costretto i nerazzurri a perdere tantissimi punti, rendendo ormai piuttosto difficile l'idea di riuscire a restare davanti a tutti alla fine della stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *